Maschera alla cheratina: ieri ed oggi

Differenza tra le maschere alla cheratina di una volta e quelle attuali

Ancora oggi esistono molte persone che si domandano se la cheratina funziona e soprattutto se i trattamenti che contengono questa proteina sono sicuri.

In breve la risposta è sì, ma vediamo in maniera dettagliata perché e quando una maschera alla cheratina ed altri prodotti basati su questa proteina possono essere ritenuti sani.

Le maschere alla cheratina ed i vari trattamenti basati su questa proteina sono nati dalla volontà delle donne sudamericane di riuscire a gestire meglio i loro capelli mossi e ricci, che, com’è noto spesso sono indomabili e difficili da curare.

Così, per lisciare i capelli in modo duraturo e poter gestire la chioma con più facilità inizialmente venivano utilizzati prodotti a base di formaldeide, ma dopo poco si è scoperto che questa sostanza era altamente cancerogena ed il suo utilizzo è stato vietato in molti paesi e ridotto notevolmente in altri.

In seguito, nelle maschera alla cheratina e negli altri prodotti simili sono stati introdotti altri ingredienti che hanno sostituito il formaldeide, senza perdere di efficacia, ingredienti più sani, che non danneggiano la cute ed i capelli e che spesso sono di origine naturale.

Quando si può utilizzare la maschera alla cheratina

Concepita per offrire una ristrutturazione completa ai capelli, la maschera alla cheratina è adatta quando si ha una chioma sfibrata, secca e rovinata da tinte e decolorazioni.

Non solo, dato che la cheratina non viene sostituita naturalmente quando viene persa per cause naturali ( per esempio in età avanzata), la maschera alla cheratina è adatta anche alle persone non più giovanissime oppure che hanno subito danni ai capelli ed una riduzione di cheratina in seguito al parto o per altre cause non chimiche.

Dove comprare una maschera alla cheratina sicura

Il mercato è pieno di marche che propongono maschere alla cheratina, ma si deve prestare attenzione ed acquistare solo prodotti che contengono ingredienti ritenuti sicuri, maschere testate dermatologicamente.

Non solo, una maschera alla cheratina deve essere leggera a livello strutturale e quelle più adatte solitamente non contengono solfati ed altri ingredienti del genere, quindi l’etichetta va letta sempre prima di acquistare qualsiasi maschera, evitando di fare affidamento solo sul passaparola.

Come si usa una maschera alla cheratina

Ci sono maschere alla cheratina concepite per un uso quotidiano ed altre vanno applicate a distanza di qualche giorno, in ogni caso su ogni confezione vengono riportati i consigli per un uso corretto, informazioni utili che vanno rispettate per non andare incontro ad effetti indesiderati.

Conclusioni

Le maschere alla cheratina che si trovano attualmente sul mercato sono da ritenersi sicure, a patto che contengano ingredienti conosciuti e che siano senza formaldeide, sostanza cancerogena utilizzata fino a qualche anno fa in quasi tutti i trattamenti alla cheratina.

Nonostante il formaldeide non vanga utilizzato più quasi da nessun’azienda che produce trattamenti per capelli alla cheratina, alcune, anche se in una piccola percentuale continuano ad introdurlo nei propri prodotti, quindi risulta essenziale leggere bene le etichette e comprare da fonti sicure, optando per l’acquisto di prodotti che utilizzano molecole non dannose per la salute.